Unghie e quarantena… è possibile rimuovere il gel a casa?

Dopo i preziosissimi consigli di Ester, su come Prendersi cura di sé, abbiamo pensato che, in questo periodo abbastanza particolare, sicuramente tante di noi si sono ritrovate a chiedersi come prendersi cura delle unghie. Purtroppo, a subire gli effetti di questa quarantena, sono anche le nostre unghie, sopratutto se hanno una copertura in gel o semipermanente. Sopratutto vorremmo cercare di rispondere alla domanda più gettonata in questo momento: “Come posso rimuovere in gel a casa?”
Per aiutarvi, abbiamo posto alcune domande a un’onicotecnica specializzata, Tiziana, che ci ha spiegato quali accorgimenti avere per non danneggiare le nostre unghie naturali.

  • Dato che in questo periodo non possiamo essere seguite da una professionista, come ci dobbiamo comportare se abbiamo una ricostruzione o una copertura in gel?

La prima regola è accorciare il più possibile. Con il passare dei giorni, e con la crescita dell’unghia, la struttura sarà sempre più sbilanciata. Tenendo le unghie lunghe rischieremmo di andare incontro, con maggiore facilità, a urti e/o rotture.
Per questo sarebbe bene procurarsi una lima di cartone, possibilmente di grana 180, per accorciare con attenzione le unghie. Dopodiché dobbiamo proteggere il gel che rimane, applicando uno strato di semplice smalto trasparente. E mi raccomando, mai e poi mai utilizzare il tagliaunghie! 

Il consiglio più importante che posso darvi è quello di non tentare di rimuovere il gel a casa. Rischiereste di creare seri danni alla lamina ungueale, rovinando permanentemente le vostre unghie. Ma se davvero si ha la necessità di rimuovere tutto il prodotto, o se si hanno sollevamenti e rotture, consiglio sempre di rivolgersi alla propria onicotecnica di fiducia. Lei saprà assistervi, anche se solo virtualmente, e guidarvi a eseguire una procedura corretta, che non danneggi le unghie naturali.

  • Come ci comportiamo, invece, se abbiamo lo smalto semipermanente? 

Per quanto riguarda il semipermanente, la procedura fondamentale è la stessa. Accorciare le unghie il più possibile e sigillare lo smalto semipermanente residuo con dello smalto trasparente. Sostanzialmente io sconsiglio di provare a rimuovere il prodotto autonomamente, salvo in casi eccezionali. Se si hanno i prodotti adatti in casa, e una buona dimestichezza, per esempio, il semipermanente classico può essere rimosso con degli impacchi di acetone. Per la procedura corretta vi consiglio sempre di rivolgervi alla vostra onicotecnica, che vi guiderà passo per passo nella rimozione.

Ringraziamo Tiziana, per averci fornito dei consigli preziosi su come prenderci cura delle nostre unghie. A breve la ritroveremo sul blog per nuovi utilissimi consigli.

Ah, e ovviamente se siete annoiate e non sapete cosa fare, potete sempre seguirci su IG o Facebook per leggere tutti i nostri contenuti!

                                                                                                                                                                                                A presto!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.